venerdì 16 maggio 2008

Cuore di pane al pomodoro e famiglia allargata


La stavamo aspettando da un pò, il tempo passava lento contando i giorni che ci separavano dalla fatidica data quando, in un tranquillo pomeriggio di studio il telefono squilla: <Ho un proposta per voi. Visto che volevate aspettare i 2 mesi, perché non prendete anche la mamma da subito? I fratellini li ho già dati via, io penso che sia meglio, lei è l'ultima della cucciolata, fatica a mangiare ed è rimasta formato mignon.. bisogna starle dietro..> mm, indecisone, la nostra impazienza sarebbe stata appagata, ma a che prezzo? <Poi, finito il tempo, la madre ce la ridate quando volete> ha concluso Stefania. Ancora indecisione..e se è inselvatichita e ci ribalta l'appartamento? Ci stiamo tutti in questa casetta? Con che coraggio riportarla al canile dopo averla usata come "mucca" sapendo poi che un animale già adulto ha pochissime possibilità di venire adottato? Ci siamo detti:<Ma sì, proviamoci, allarghiamo il cerchio d'amore!> .. ed è così che diventammo una famigliola di 4! E' con grande gioia che vi presento Giuggiola! (sì questi frutti dimenticati stanno lasciando il segno!:).. ma dov'è?! Trovatela! Sì sì c'è, è perfettamente mimetizzata.. guardate bene..

Questi primi piani forse vi aiuteranno a localizzarla. E la gattona è sua madre per la quale ancora non abbiamo trovato un nome vero che gli si addica (si accettano proposte..)! Il soprannome più gettonato al momento è "la mucca", visto la visibile quantità di latte che si porta appresso. Questi due rospetti ci hanno fatto passare una notte insonne con pianti e lamenti, tanto è che per un momento ci siamo quasi sentiti genitori di un neonato <Piange, vado io o vai tu?>:).. speriamo che la seconda nottata vada un pò meglio (la mamma deve dormire! Domani va a Perugia al corso di cioccolato!:).. 


Ma veniamo alla cucina, questa settimana infatti non era la prima volta che affrontavo la maternità! Ricordate i miei batteri?:) Ho panificato.. che emozione. Volevo fare qualcosa di originale, avevo un vago ricordo di un pane al pomodoro mangiato chissàdove, così ho provato a riproporlo.. a forma di megacuore-rosso-amore! (Sere, che ne dici per il matrimonio?.. se fai la pasta madre, ogni settimana da qui alla cerimonia fai un cuoricione e poi lo congeli, oppure tanti piccoli cuoricini monoporzione?:). Ho fatto un errore, troppo poco zucchero per il quantitativo  di pomodoro  aggiunto, e così il pane è risultato acido. Ma per quanto riguarda la lievitazione, la morbidezza, la durata, la mollica.. semplicemente perfetto. Non so cosa darei per potervi fare sentire il profumo che c'era nella mia cucina durante la cottura.. dovete promettermi che ci provate! Da qualche parte ho letto: <Se volete parlare con Dio dimenticativi le bustine ed iniziatevi alla pasta madre>E' proprio così. Buona panificazione!


Ingredienti:
1° impasto
250 g di pasta madre (la parte che buttereste dopo una rinfrescata. Gli altri 250 g rimetteteli in frigo)
180 ml di acqua tiepida
300 g di farina bianca 
2° impasto
200 g di farina
200 g di doppio concentrato di pomodoro
acqua tiepida q.b.
1 cucchiaio di zucchero (ERRORE! Troppo poco, mettetene almeno 3-4 cucchiai, servirà ad eliminare l'acidità del pomodoro)
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
2 cucchiaini di sale

Procedimento:
Sciogliete la pasta madre nell'acqua, aggiungete la prima dose di farina e e poi impastate il tutto. Lasciate lievitare in un luogo caldo, coperto da un canovaccio umido un'intera notte. Al mattino il volume sarà quasi raddoppiato. Formate l'impasto definitivo con la seconda dose di farina, il concentrato di pomodoro, lo zucchero, il sale, l'olio e acqua tiepida q.b. per ottenere un impasto morbido ma sodo e non appiccicoso. Dategli la forma di un cuore e ponetelo su una teglia ricoperta di carta da forno, deve lievitare 2-3 ore sempre coperto da uno straccio umido. Quando sarà bello gonfio, infornate in forno preriscaldato a 220° per circa 30-35 minuti (il fondo dovrà suonare vuoto e la crosta in superficie dovrà essere leggermente dorata).

12 commenti:

Lella ha detto...

Bella bella questa ricetta, quasi quasi provo :D

Sere ha detto...

Che meravigliosa famigliola! ^_*

Grazie tesora, quando preparerò questa benedetta pasta mammina! ;o)
Smack

Carla ha detto...

Bello il tuo blog! e che carini quei micetti:)))
Il post della pasta madre è fatto benissimo me lo metto da parte perchè voglio imparare a farlapue io....
Buona domenica
A presto
Carla di lettoemangiato

Mikamarlez ha detto...

uh..che buono sto panone!! mannaggia sta pasta madre..ma ho già organizzato tutto: tra due settimane, dovrei avere tempo per farla...mi organizzo..e studio..un bacino e buon corso di cioccolata..ma lo sai che io in 7 anni a Perugia non l'ho mai fatto?! Pazzesco..Lety

Lilith strega del tè ha detto...

Ma che belli questi mici!!! hai fatto bene a prenderli tutti e due, vedrai che piano piano si abituano.....il pane al pomodoro non l'ho mai assaggiato, devo provarlo, deve essere squisito.....per quanto riguarda i nomi io di solito lo associo a qualche persona che mi piace, può essere un cartone, il personaggio di un libro, di una canzone o una persona reale...la mia si chiama aurora, presa da una canzone dei subsonica "aurora sogna" ma di solito la chiamo o cipo, pippi, au, gnoccoletta, pelosa, insomma, mai aurora.....una bacio e buon inizio settimana...
smuack!

salsadisapa ha detto...

brava liquirizia!!! mi hai ricordato una cosa che ho fatto anch'io qualche anno fa: abitavo a roma col mio fidanzato e volevamo prendere un gatto. quando l'abbiamo preso la signora ci ha detto che questo gattino aveva anche una mamma, che essendo adulta nessuno voleva adottare... beh noi ci siamo dati un'occhiata e le abbiamo prese entrambe! è stato un gesto bellissimo da parte vostra BRAVI!
PS: scusa ho visto solo ora il tuo commento in cui mi chiedevi di consigliarti un ristorante! sorry!! :-( spero che ve la siate cavata... e soprattutto che vi siate divertite al corso :-D

lenny ha detto...

Che allegra combriccola!!!
Ci voleva questo bel pane-cuore-rosso!!!
In bocca al lupo per il corso!
Baci

Carmen ha detto...

buonooooooooooo e che bei micini
ho un meme per te nel mio blog
buon inizio settimana cara

liquirizia ha detto...

@ lella: ciao! Sì, poi dimmi com'è andata!
@ sere: eggià! devi vedere che belle scene quando la mamma allatta la giuggi, c'è da emozionarsi!:)
@carla: farla ti procurerà una delle più grandi soddisfazioni nella vita! Non sto scherzando..:)
@mikamarlez: sì organizzati, il lavorone è la prima settimana.. dopo il tutto si stabilizza! Bacione
@salsadisapa: sì, l'abbiamo preso come "esercizio d'amore", è facile volere bene ad una piccola pallina di pelo tenera tenera ancora tutta da educare e plasmare, ma ad un gatto col carattere già formato, che ha il pelo un pò più grigio ed esperienze alle spalle che lo rendono diffidente? è sicuramente più difficile, per questo è una bella prova d'amore.. piano piano inizierà a fidarsi di noi e noi di lei, e ci vorrà più bene di quella piccola, sono sicura!Il corso mi è piaciuto! Un abbraccio
@lenny: crepi! Tutto è andato liscio, e con un bel bottino di cioccolata!:)
@carmen:Grazie mille! ho già dato! :) Vedi nella sezione "Qualcosa di me: le 6 cose che amo"! bacio

Lory ha detto...

Meritereste un premio grande cosìììììììììììììììì..BRAVI BRAVI BRAVI Giovani genitori ;-)

Grande Gatto ha detto...

se la mamma ancora non ha un nome : CAROLINA!! come la mitica mucca carolina!!!

miciapallina ha detto...

Bravi!
spero che abbiate poi tenuto anche la mamma, e sono sicura che non ve ne pentirete mai!
Vederli insieme sarà bellissimo!
E dato che ho una "pasta mamma" attivissima proprio in questi giorni fuori dal frigo per pane e grissini, credo che ti ruberò questa ricetta!
Sa davvero "di buono"!!!
Buono come il vostro cuore!
nasinasi ronronanti e felici!